Passeggiate culturali

Percorso Dantesco a Noli

Un modo alternativo per scoprire l’entroterra: Dante la fece tutta per passare dall’Italia alla Francia nel 1306, sono 13 km in totale, e percorrendoli, si possono incontrare diversi punti panoramici su Prealpi, Appennini e ovviamente, Mar Ligure.

Via Julia Augusta

Un percorso ricco di storia romana, tra Alassio e Albenga, che appunto ci racconta quanto Albenga (Albengum) raggiunse il suo massimo splendore ai tempi dell’Impero Romano, circondata dalle sue mura fino al secolo scorso, possiede uno dei centri storici più interessanti della riviera ligure. Verso metà percorso si giunge in un punto panoramico sul porticciolo di Alassio, con una vista panoramica senza eguali.

Savona città dei papi

Un percorso volto a conoscere la storia di una città che è il luogo di nascita di due Papi importanti, Sisto IV e Giulio II, attraverso la visita di punti di interesse come la Pinacoteca Civica, che contiene opere create per i due papi della Rovere. Nell’abside della Cattedrale invece, è riconoscibile il volto di Giulio II intarsiato nel monumentale coro. Il Museo del Tesoro della Cattedrale custodisce alcuni dipinti rinascimentali di grande pregio, mentre invece i sei oratori di Savona custodiscono capolavori provenienti dalla cattedrale sulla rocca della Fortezza del Priamar.

La Savona del liberty

Savona è ricchissima di esempi arte liberty, conosciuta per lo stile floreale che lo caratterizza, che lascia un'impronta importante nella società urbana odierna. Il percorso si sviluppa tra Villa Zanelli, esempio di edificio decorato in liberty dall’alto valore artistico, il quartiere di Villapiana, Corso Mazzini e Santa Rita, con qualche tappa nei vicoli obbligatoria, e per finire il quartiere Villetta, alla scoperta, appunto, delle belle villette caratteristiche.

Laigueglia e Thor Heyerdahl

Thor Heyerdahl, noto esploratore e antropologo novergese, dopo lunghi viaggi in giro per il mondo scelse proprio Colla Micheri, il colle sopra Laigueglia, per stabilirsi a vivere. Heyerdahl descrive Colla Micheri come un luogo di pace assoluta, infatti, il virtù dell’amore che provava per i territori liguri, decise di acquistare diversi edifici per ristrutturarli e dargli nuova vita, oltre a ripulire tutti i boschi circostanti. Sempre a Colla Micheri, davanti alla Chiesa di San Sebastiano, si erge una targa che ricorda i giorni in cui Papa Pio VII fece una sosta in questi luoghi, di ritorno dal suo esilio in Francia.